Giovedì 14 febbraio: Coldplay Tribute Band (In my Play) + menu di San Valentino


GIOV 14 FEB ☠ ROCK FEEL GOOD ☠ vol.5 COLDPLAY TRIBUTE live band “IN MY PLAY” | B-SIDE PUB by Be_AlTeRnAtIvE :: SPECIALE SAN VALENTINO

da Bari arrivano gli “IN MY PLAY” COLDPLAY TRIBUTE BAND

esibizione programmata in occasione della festa degli innamorati SAN VALENTINO.

MENU’ CENA + INGRESSO A PREZZO VANTAGGIOSO

((( per la serata il B-SIDE mette a disposizione un MENU’ SPECIALE che comprende cena e ingresso al concerto ad un prezzo vantaggioso.)))

MENU’ 1 “MARYLIN MONROE” : 24€ A COPPIA
patatine, 2 panini, 2 dolci, 2 caffè o amaro + 2 ingressi concerto

MENU’ 2 ” FRANK SYNATRA” : 30€ A COPPIA
bruschetta e antipasto, 2 piatti unici a scelta, 2 dolci, 2 caffè o amaro + 2 ingressi concerto

gradita prenotazione 0984 1728331 b-side

inizio concerto h 23:15

ingresso concerto 5€

a seguire dj set by Sonny C.

I Coldplay sono un gruppo alternative rock britannico formatosi a Londra nel 1997.[4] La band è composta da Chris Martin (voce, tastiere, chitarra), Jonny Buckland (chitarra), Guy Berryman (basso) e Will Champion (batteria). I Coldplay raggiunsero la fama mondiale con il loro singolo Yellow, contenuto nel loro album di debutto Parachutes (2000). Il brano diventò presto una hit e nel luglio 2000 arrivò a piazzarsi alla quarta posizione della classifica dei singoli britannica.[5] Il loro secondo album A Rush of Blood to the Head (2002) segna la loro consacrazione e consente alla band di acquisire notorietà in tutto il mondo. L’album si piazzò direttamente al 1º posto della UK Albums Chart[5] e al 5º posto della Billboard 200.[6] La loro successiva pubblicazione, X&Y (2005) ricevette una fredda accoglienza da parte della critica, ma riuscì comunque a tenere i ritmi di vendita dei precedenti album. Con il loro quarto album in studio Viva la Vida or Death and All His Friends, trainato dalla hit Viva la vida e prodotto da Brian Eno, la band ottenne numerose recensioni favorevoli, oltre alla vittoria di tre Grammy.[7] I Coldplay con il loro quarto album in studio hanno raggiunto il traguardo dei 50 milioni totali di dischi venduti.[8]

Lo stile dei Coldplay del periodo Parachutes è comparabile con quello dei Radiohead, degli U2, dei Travis e a quello di Jeff Buckley.[9] Per A Rush of Blood to the Head, i Coldplay si rifanno a stili più similari a The Beatles, Echo & the Bunnymen,[10] Kate Bush e George Harrison;[11] per X&Y vengono influenzati da Johnny Cash e Kraftwerk, mentre si basano sullo stile dei Blur, degli Arcade Fire e dei My Bloody Valentine per Viva la Vida or Death and all his Friends.[12]

La band ha anche molto a cuore le questioni politiche e sociali del mondo, sono impegnati attivamente nella causa portata avanti da Oxfam[13] ed hanno sostenuto altre importanti cause suonando in concerti come il Live 8 e partecipando al Band Aid.

I Coldplay nel corso della loro carriera, in special modo nei primi tre album, hanno saputo rivitalizzare le atmosfere del movimento britpop (genere nato intorno agli anni novanta) miscelandolo con influenze del rock alternativo. Con Viva la Vida or Death and All His Friends sono passati a uno stile meno individuale e più in linea con le tendenze indie, rock e pop degli ultimi anni. Allo stesso tempo la sperimentazione e la ricerca di nuove sonorità ed accostamenti non viene a mancare, ed è lo stesso Chris Martin che afferma che Mylo Xyloto è il migliore disco che la band potesse fare, e che se non ci saranno dei lavori migliori in futuro forse non ci sarà futuro nemmeno per i Coldplay[30]

Dalla pubblicazione di A Rush of Blood to the Head i Coldplay hanno iniziato anche un’intensa attività in supporto di varie cause sociali e politiche. Si sono battuti per la campagna di Oxfam per il Commercio equo e solidale ed Amnesty International. Il gruppo ha anche preso parte a vari progetti caritatevoli come Band Aid 20, Live 8, ed il Teenage Cancer Trust[31]. Martin si pronunciò anche contro l’inizio della Seconda Guerra del Golfo nel 2003 e sostenne il candidato democratico alle elezioni presidenziali statunitensi John Kerry nel 2004.

Sebbene in crescente popolarità i Coldplay sono rimasti molto riluttanti nei confronti dell’uso della loro musica nei media. Sebbene la band permetta che la sua musica sia usata nei film, in televisione ed in spot commerciali, rimane scettica riguardo alla sponsorizzazione di prodotti commerciali. La band ha infatti respinto ricchi contratti con Gatorade, Diet Coke e The Gap, che volevano usare rispettivamente le canzoni Yellow, Trouble e Don’t Panic, a detta di Martin snaturando i significati dei brani.

Il 1º dicembre 2008 esce Lhuna, duetto con la cantautrice Kylie Minogue messo a disposizione su RedWir, servizio che sensibilizza l’attenzione verso il problema del virus HIV in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS.